aps | rus | eng | tur | de | it | ar | esp | fr


Министерство
Иностранных Дел
Республики Абхазия

Контактная информация:
Адрес: ул. Лакоба 21, г. Сухум
Тел: +7 (840) 226-70-69
E-mail: visa@mfaapsny.org


Intervista del Viceministro Taniya a cura di Riccarda Lapetuso
E’ stato sottoscritto il Protocollo d’Intesa fra il Ministero degli Esteri e l’Associazione “Europa-Abcasia”

17.04.2013 I problemi dello sviluppo abkhazo

Con la caduta dell'URSS lo stato abkhazo ha dovuto affrontare un triplice processo di transizione che vedeva il paese impegnato nel passaggio dal mondo sovietico (dittatoriale) ad uno stato democratico, da un'economia comunista ad un'economia di mercato e da una repubblica incorporata in un sistema statale con base a Mosca ad uno stato autonomo in grado di decidere la propria politica interna ed esterna. Ulteriore problema che ha dovuto affrontare l'Abkhazia è stato quello relativo alle relazioni con la Georgia, stato confinante che ha sempre rivendicato la propria sovranità territoriale sull'area; al termine degli anni'90 con la dichiarazione di indipendenza da parte di Sokhumi, Tbilisi ha stabilito un embargo sullo stato abkhazo che ha danneggiato enormemente l'economia nazionale. Nel 2008, soltanto dopo il conflitto russo-georgiano che ha riguardato l'Abkhazia e l'Ossezia del Sud, il paese ha potuto realmente divenire indipendente da Tbilisi grazie al supporto di Mosca che ha aumentato la propria influenza sullo stato.

I conflitti nel Caucaso e la stabilita della Russia 09.04.2013 I conflitti nel Caucaso e la stabilita della Russia

Si e' svolta,sabato 6 aprile,presso la libreria la Fenice di Trieste,la conferenza organizzata dalla rivista di geopolitica "Eurasia" ,su "Conflitti nel Caucaso e la stabilita' della Russia". L 'Iniziativa ha visto una numerosa e qualificata partecipazione di pubblico,con oltre 50 presenze.

"Giornata del Caucaso" 08.04.2013 "Giornata del Caucaso"

Abkhasia, il Paese dei mandarini 22.03.2013 Abkhasia, il Paese dei mandarini

Il titolo fa pensare a Sicilia, Spagna o California, tra I maggiori produttori del dolce agrume. Meno note sono minori produzioni che pero’, a livello locale, assumono rilevante importanza. E’ il caso dell’Abkhasia, uno strano Paese tra Russia e Georgia, sulle coste del Mar Nero.

La storia Rifiutata la sala al ministro dell’Abcasia 15.12.2012 La storia Rifiutata la sala al ministro dell’Abcasia

(m.zi.) Il ministro degli esteri dell’Abcasia, Viacheslav Chirikba, e’ stato ieri ospite principale di un inconto all’hotel Milano. L’Abcasia e’ un territorio caucasico, che ha proclamato la sua indipendenza, che pero’ e’ stata riconosciuta dalla Russia, dal Nicaragua, dal Venezuela (oltre che da Nauru, Tuvalu e Vanuatu, stati insulari dell’oceano Padficio) ma non dalla comunita’ europea e quindi dall’Italia.

Abkhazia, la Repubblica che non c’è 03.11.2012 Abkhazia, la Repubblica che non c’è

Di fatto è indipendente da 20 anni, in pratica è isolata da tutta la comunità internazionale. Lo Stato caucasico può contare sul sostegno della Russia, ma non accetta padroni A metà tra una Repubblica sovietica e la Costa Smeralda, l’Abkhazia somiglia a tanti posti ma non è uguale a nessuno. Questo spicchio di terra sul Mar Nero fa ufficialmente parte della Georgia, eppure solo chi non lo conosce affatto può pensare che i suoi abitanti prendano ordini dal governo di Tbilisi. La convivenza forzata con i vicini orientali è finita di fatto vent’anni fa, con una guerra sanguinosa che ha visto vincere gli abkhazi, un popolo di appena 250mila persone di lingua circassa che da allora si comporta come nazione indipendente, col suo governo, le sue forze di sicurezza e le sue tasse. I georgiani, sfrattati e imbestialiti, dicono invece che si tratta di una repubblica dipendente, una pedina in mano dei nemici russi, che la foraggiano solo per ficcare una spina nel fianco di Tbilisi.

Di Nemo Canetta 23.10.2012 Di Nemo Canetta

Quanto mi accingo a scrivere forse meraviglierà qualcuno dei miei pochi lettori. Non sono diventato matto né ho deciso di buttare alle ortiche le idee di una vita. Ma credo che chi scrive abbia il dovere di confrontarsi con gli avvenimenti, al di fuori da posizioni preconcette od ancorate ad idee che non sempre si rivelano adeguate ai tempi. Mi riferisco all’ennesima “crisi” nel Caucaso che sta facendo scorrere fiumi d’inchiostro, fiumi di scritti che in qualche caso sono improntati ad idee che - a mio modesto parere - sono vecchie almeno di vent’anni. Oggi rispolverare la “guerra fredda” è a dir poco ridicolo. L’URSS non esiste più né, tanto meno, una contrapposizione ideologica, tra blocco orientale e blocco occidentale. Se tale contrapposizione esiste - e mentre scrivo si parla ancora di soldati e civili morti per attentati islamici in Afganistan ed in Algeria - non è tra mondo occidentale ed “orientale” (inteso come blocco sovietico) ma tra Islam e mondo di matrice europea. Di cui la Russia, piaccia o no, fa parte.

Suoni di “Bella ciao” 06.10.2012 Suoni di “Bella ciao”

Sukhum – I premi trovano sempre i propri eroi - questa conosciuta verita’ anche oggi ha trovato la conferma. La delegazione dell’associazione nazionale dei Partigiani d’Italia ha visitato la Repubblica dell’Abkhazia, per consegnare la lapide alla famiglia di un partigiano abkhazo Sultan Papba.

I coniugi Canetta visitano l’Abkhasia 26.06.2012 I coniugi Canetta visitano l’Abkhasia

Tirano. I coniugi Canetta continuano nel loro viaggio in Russia, dove sono ambasciatori della cultura italiana della Valtellina e della cittadina di Tirano. La foto che vi mostriamo testimonia l’incontro di Nemo Canetta e Eliana Lanfranchi con il ministro degli esteri dell’Abkhasia, un stato del Caucaso autoproclamatosi indipendente ma che non viene riconosciuto dall’Onu e dall’Unione Europea.

Arriva il ministro dell’Abkhazia. La giunta fa di tutto per schivarlo 03.04.2012 Arriva il ministro dell’Abkhazia. La giunta fa di tutto per schivarlo

Si chiama Viaceslav Cirikba. Da due giorni e’ in visita a Pesaro. E’ il ministro degli esteri dell’Abkhazia, piccolo repubblica caucasica che si e’ dichiarata indipendente dall’URSS nel 1991 e contestualmente dalla Georgia, a cui era stata annessa da Stalin nel 1931. L’uomo politico e’ a Pesaro per conoscere imprenditori, politici, esponenti della cultura e della medicina in modo da avviare rapporti stabili di interscambio, soprattutto sul fronte economico. Ma c’e’ una ma. Il commune di Pesaro lo considera un appestato. Da non incontrare ne’ salutare. La sua colpa e’ quella di parlare a nome di uno Stato riconosciuto da soltanto 6 nazioni al mondo (tra cui la Russia). Come se un inviato del Tibet, terra libera e indipendente fino alla seconda Guerra mondiale e poi sotto occupazione cinese, fosse evitato dalle autorita’ locali o un emissario dei palestinesi rimanesse alla porta perche’ non fa parte di una nazione riconosciuta.

Il ministro degli esteri della Repubblica dell’Abkhazia Viacheslav Chirikba ha svolto l’incontro con la delegazione del ministero degli esteri della Repubblica di Sud Ossezia.

Il ministro degli esteri della Repubblica dell’Abkhazia Viacheslav Chirikba ha svolto l’incontro con la delegazione del ministero degli esteri della Repubblica di Sud Ossezia, nel conteso di celebrazioni dell’anniversario di vent’anni di fondazione del MAE abkhazo. I partecipanti dell’incontro hanno discusso le prospettive dell’ulteriore collaborazione ed una serie di questioni di interesse reciproco.


Новости 81 - 91 из 91
Начало | Пред. | 1 2 3 4 5 | След. | Конец Все




Об Абхазии

  • Governo
  • Simboli dello Stato
  • Storia
  • Cultura
  • Ministero

    Politica estera

    Consolare Informazioni

    Analitica

    Разработка сайта: Mukhus
    Министерство Иностранных Дел Республики Абхазия E-mail: info@mfaapsny.org; Тел: +7 (840) 226-70-69; Адрес:. Lakoba, 21